Noto anche come Sacro bosco, il Parco dei Mostri è una straordinaria miscela di natura incontaminata, mirabili sculture in pietra e atmosfere magiche incastonate nel cuore della Tuscia, l’area geografica del Lazio settentrionale che corrisponde alla provincia di Viterbo. (Scopri i migliori luoghi della Tuscia, Viterbo)

Il parco fu progettato nel XVI secooo dall’architetto Pirro Ligorio su commissione del principe Vicinio Orsini. Bomarzo si trova a pochi chilometri da Viterbo e quindi il Sacro bosco è una tappa obbligata per i turisti che visitano la città dei papi.

Nel corso degli anni diversi registi hanno girato documentari sul parco: il più famoso è quello di Michelangelo Antonioni, grande autore del cinema italiano. Anche il cineasta americano Terrence Malick ha recentemente utilizzato il parco, in particolare la bocca dell’orco, come set per una sequenza del suo capolavoro, The Tree of Life.

Anche se può sembrare strano, il Parco dei Mostri è un luogo privato, ma comunque è aperto ogni giorno dalla mattina al tramonto (prezzo del biglietto €10, €8 per i bambini 4-13). Vi consigliamo una visita in primavera, sicuramente la migliore stagione per immergervi nelle meraviglie del Sacro Bosco.